Signora seduta su un divano con il proprio laptop

Sentirsi ben consigliati

Anche se medici, infermieri e personale di cura vi aiutano a convivere con la vostra malattia,
siete voi a svolgere il ruolo più importante.

Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum

Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum

IPF – Lorem Ipsum Lorem Ipsum

Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum Lorem Ipsum.
 
Alla brochure

Alcuni consigli

Fate domande alle persone che vi hanno in cura.

Qualora ci sia qualcosa che non capite in relazione alla vostra malattia, parlatene con il personale che vi ha in cura. Il loro compito è lavorare nell’interesse della vostra salute e aiutarvi a risolvere i problemi. È probabile che, nel corso delle vostre visite mediche, riceverete molte informazioni: non abbiate timore di prendere appunti per essere sicuri di ricordarvi le cose più importanti anche in un secondo momento.
 

Accettate l’aiuto dei vostri familiari ed amici.

Il supporto emotivo è importante quanto il trattamento medico. Potete portare con voi le persone che vi sostengono, anche alle vostre visite mediche. Inoltre è molto più semplice tutelare la vostra salute, se godete di un supporto morale. Questo è particolarmente vero nel momento in cui cercate di cambiare il vostro stile di vita. Smettere di fumare, fare più sport o cambiare alimentazione è difficile. Lasciate che le persone che vi vogliono bene vi aiutino a raggiungere i vostri obiettivi.
 

Rivolgetevi alle associazioni che offrono aiuto ai malati di IPF.

Può essere molto utile sapere come altre persone convivono con la loro patologia: possono darvi consigli preziosi o indicarvi strumenti che agevolano la convivenza con la vostra malattia. E anche voi potete dare consigli agli altri e aiutare la comunità. La della Lega polmonare svizzera può fornirvi i nominativi dei giusti referenti a cui rivolgervi.
 

Seguite gli ulteriori sviluppi relativi all’IPF.

Più siete informati, meglio potete convivere con la vostra malattia e meglio saprete quando rivolgervi a un medico. Siate consapevoli che su internet possono circolare informazioni errate. Assicuratevi di avere accesso a fonti d’informazioni affidabili, ad esempio gruppi di autoaiuto o fonti scientifiche e mediche autorevoli.