Giovane coppia con linfoma nel campo di grano

Comprendere i linfomi

I linfomi sono neoplasie maligne del sistema linfatico. Si informi dettagliatamente sulle seguenti tipologie di linfoma: linfoma follicolare (LF), leucemia linfatica cronica (LLC), linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL).

Il sistema linfatico e i linfonodi

Per comprendere come insorge un linfoma, è utile dare un’occhiata al nostro sistema linfatico e alle ripercussioni di questa malattia.

Il sistema linfatico è una componente essenziale del nostro sistema immunitario. Ha un ruolo fondamentale nella difesa contro le infezioni batteriche, virali e fungine, e nel contrastare il cancro. Analogamente al sistema dei vasi sanguigni, nel corpo è presente una fitta rete di sottili capillari, i vasi linfatici, in cui scorre un liquido chiamato linfa. Questa trasporta in tutto il corpo anche un tipo specifico di cellule, i linfociti, un sottogruppo dei globuli bianchi.

I linfociti B e T, che fanno parte del sistema immunitario, rilevano e contrastano gli agenti patogeni (ad esempio batteri e virus) e le cellule degenerate presenti nel corpo (le cellule cancerose, anche negli stadi iniziali).

  • Il sistema linfatico

    Illustrazione di vasi linfatici e linfonodi

I linfonodi costituiscono degli importanti «incroci» lungo i vasi linfatici, dove gli agenti patogeni vengono intercettati e drenati. I linfonodi rappresentano anche dei «punti di raccolta» dei linfociti nel loro percorso attraverso il sistema linfatico verso il sangue. Molti linfonodi si trovano raggruppati, ad esempio nella zona del collo, delle ascelle, delle pelvi e dell’addome.

Linfoma Follicolare

Il linfoma follicolare (LF) è una malattia del sistema linfatico. Si tratta di una malattia a decorso lento (si sviluppa nel corso di anni) e pertanto viene definita anche «indolente.

Il linfoma follicolare danneggia le cosiddette cellule B, che normalmente intervengono per contrastare le infezioni, dando luogo a una proliferazione incontrollata di cellule B deteriorate. Queste cellule tumorali si annidano prevalentemente nei linfonodi, ma anche nel midollo osseo o, più di rado, nel sangue, nella milza o nelle mucose. L’obiettivo della terapia è distruggere queste cellule B anomale.

Leucemia Linfatica Cronica

Si tratta di un tumore del sangue a evoluzione molto lenta (si sviluppa anche nel corso di anni e decenni). Nella LLC sono colpite le cosiddette cellule B, normalmente coinvolte nella lotta contro le infezioni. Nel sangue e nel midollo osseo si formano delle cellule B anomale. Tali cellule degenerate si trovano prevalentemente nel sangue, ma anche nei linfonodi, nel fegato o nella milza. Ciò a sua volta può causare un gonfiore di tali organi. Obiettivo di ogni terapia è distruggere tali cellule B anomale.

I sintomi del LF e di una LLC

Ogni paziente vive la malattia in modo diverso. Non è detto che insorgano sempre sintomi evidenti. Specialmente negli stadi iniziali della malattia si manifestano di rado dei sintomi. Tuttavia è fondamentale scoprire in che misura il LF o la LLC La condiziona.

  • I sintomi del LF e di una LLC

    Illustrazione sintomi del Linfoma Follicolare e di una Leucemia Linfatica Cronica

Questi sintomi aspecifici possono insorgere anche con altre patologie. Il Suo medico può aiutarla a stabilire se questi sintomi siano correlati al LF o LLC. Tra questi sintomi aspecifici vi sono tra gli altri debolezza, affanno, stanchezza, perdita di peso, febbre, infezioni, sudorazione notturna, ingrossamento dei linfonodi nel lungo periodo non accompagnato da dolore.

Linfoma Diffuso a Grandi Cellule B

Il linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL) è la forma più frequente ed aggressiva di linfoma non-Hodgkin. È un tumore del sistema linfatico, una rete di vasi sottili e organi il cui compito è trasportare in tutto l’organismo un liquido chiamato linfa oltre a importanti componenti del sistema immunitario. Il DLBCL è causato dalla proliferazione incontrollata di un tipo di linfociti, i cosiddetti linfociti B.

La diagnosi di DLBCL viene formulata in base a una visita medica, un prelievo di tessuto (linfonodi e/o midollo osseo) e un esame del sangue, che permette di rilevare la presenza di cellule B difettosi o degenerati.

Quali sono i sintomi del DLBCL?

Il linfoma diffuso a grandi cellule B può manifestarsi con una serie sintomi, tra cui:

  • stanchezza o fatigue
  • sudorazione notturna
  • perdita involontaria di peso
  • ebbre e infezioni ricorrenti
  • affanno
  • ingrossamento dei linfonodi a livello di collo, ascelle o inguine

Avverta il Suo medico quando lamenta sintomi o cambiamenti nel Suo stato di salute.