Salta al contenuto principale
roche logo
Scegliere un tema
Scegliere un tema
Thema
Fokus mensch
L'uomo anziano con il cancro al fegato parla con la giovane donna
Capire

Capire il tumore del fegato

Per molte persone la diagnosi di tumore del fegato arriva inaspettatamente. Ma cosa c’è dietro? Qui potrà trovare informazioni dettagliate su malattia, possibili cause, possibilità di diagnosi e importanza di un’identificazione precoce del tumore del fegato.

Anchor-Menu:

IL FEGATO

Il fegato è un organo che si trova nella parte superiore destra della pancia e ricorda un triangolo rettangolo. Pesa circa 1,5 kg ed è ricoperto da una capsula connettivale. A sua volta questa capsula è coperta dal peritoneo.

Il fegato è costituito da lobo destro e sinistro. Ogni lobo è costituito da 50.000 – 100.000 lobuli, che a loro volta sono formati da tre milioni di cellule del fegato (epatociti). Queste cellule svolgono importanti processi metabolici.

Fegato grafico con organi secondari

Fegato e organi vicini

(1) Fegato (2) Cistifellea (3) Via biliare (4) Intestino tenue (duodeno) (5) Pancreas (6) Stomaco (7) Milza

Insieme al rene, il fegato pulisce il corpo dalle sostanze nocive, come ad esempio alcol e sostanze chimiche provenienti dai medicinali. Inoltre, il fegato ricopre un ruolo importante nella digestione, grazie alla produzione di bile, e nell’assimilazione di componenti assunti con l’alimentazione e nutrienti. Nel fegato avviene il processo di demolizione del colore rosso presente nel sangue in bilirubina e la produzione di importanti proteine, come ad esempio dell’albumina, la principale proteina del sangue. Ciò rende il fegato l’organo più importante per il metabolismo.

COS’È IL TUMORE DEL FEGATO?

Nelle persone con tumore del fegato si è formato un cancro, chiamato anche carcinoma, nel fegato. Per questo si parla anche di carcinoma del fegato. Un tumore è una proliferazione incontrollata di cellule. I medici distinguono fra tumore del fegato primario e secondario; ciò dipende dall’origine del tumore, se origina da cellule proprie del fegato (primario) o se si stratta di metastasi del fegato che derivano da un tumore presente in un altro punto del corpo come, ad esempio, nel polmone o nel tratto gastro-intestinale, e si sono estese al fegato (secondario).

Tra le forme primarie di tumore del fegato si contano anche tumori che hanno origine nelle vicinanze del fegato, ad esempio nelle vie biliari come il carcinoma delle vie biliari (colangiocarcinoma). Tra queste è compreso anche per l’angiosarcoma, un tumore che si sviluppa nei vasi sanguigni del fegato.

Circa il 90% dei tumori del fegato maligni sono carcinomi epatocellulari (CEC o HCC), mentre meno del 10% sono carcinomi colangiocellulari (CCC):

Carcinomi epatocellulari (CEC o HCC)

Sono causati dalla crescita incontrollata di cellule del fegato (epatociti). Più il tumore progredisce, più tessuti del fegato funzionati vengono colpiti. Spesso i pazienti soffrono anche di cirrosi epatica.

Carcinomi colangiocellulari (CCC)

Questi tumori si trovano nelle vie biliari e all’esterno del fegato. Al contrario dei CEC, questa forma tumorale mostra una risposta peggiore alle terapie.

Il più delle volte il tumore del fegato si manifesta solo in età avanzata. Infatti, la maggior parte dei pazienti affetti da tumore del fegato in Svizzera ha un’età compresa fra i 65 e 80 anni. I pazienti in questa fascia di età si trovano a fronte a problemi molto particolari durante la gestione della malattia.

820

nuovi casi ogni anno in Svizzera

Il 50 %

dei pazienti con tumore del fegato ha oltre 70 anni al momento della diagnosi

Il tumore del fegato ha un’incidenza

3 volte

maggiore negli uomini che nelle donne

Il tumore del fegato rappresenta il

2 %

di tutti i nuovi casi di tumore all’anno

QUALI SONO LE CAUSE DEL TUMORE DEL FEGATO?

Le cause e i fattori di rischio responsabili della comparsa del tumore del fegato sono diverse. I più diffusi sono:

  • Cirrosi epatica: cicatrizzazione del fegato come conseguenza di un’infiammazione presente da molti anni
  • Consumo eccessivo di alcol
  • Infezione cronica causata da epatite B e C
  • Steatosi epatica (fegato grasso): causata da sovralimentazione, mancanza di movimento e diabete
  • Malattie metaboliche, ad esempio l’emocromatosi
  • Veleni generati da muffe, le cosiddette aflatossine

Il 75% dei pazienti affetti da tumore del fegato presenta una cirrosi epatica. Questa non è causata solo dal consumo eccessivo di alcol, ma anche da malattie infiammatorie croniche del fegato.

Chiunque sia esposto a un rischio maggiore di contrarre un tumore del fegato, ad esempio perché presenta molti dei fattori di rischio legati alla malattia, dovrebbe sottoporsi a controlli ogni sei mesi.

COME AVVIENE LA DIAGNOSI?

Per la diagnosi del tumore del fegato il medico utilizza diversi esami. Per prima cosa viene chiesto di elencare i disturbi e se ci sono fattori di rischio legati al tumore del fegato; questa fase si chiama anamnesi. In seguito si passa a un esame fisico. Inoltre vengono impiegate le procedure seguenti:

Grazie a un esame ecografico si è in grado di osservare il fegato e gli organi addominali. In presenza di un tumore, la tomografia computerizzata (TAC) e/o una risonanza magnetica per immagini (RMI) permettono di generare immagini più precise per individuare l’estensione del tumore ed eventuali metastasi.

Campioni di tessuto del tumore possono aiutare a ottenere maggiori chiarimenti: il tumore è maligno? Si tratta di un tumore primario o di metastasi (tumore secondario)?

Un esame del sangue può indicare se i marcatori tumorali sono elevati. Si tratta di determinate sostanze che vengono rilasciate dai tumori nel sangue. In caso di tumore del fegato il marcatore è l’alfa-fetoproteina (AFP). Nei pazienti con cirrosi epatica il sangue mostra anche la misura in cui la funzione del fegato è compromessa.

Inoltre, sempre nell’ambito degli esami con tecniche di diagnostica per immagini, è possibile effettuare una laparoscopia allo stomaco, intestino o addome oppure un test con impiego di un catetere per esaminare i vasi sanguigni dell’addome. In caso di sospetto di eventuali metastasi ossee può essere necessario effettuare una scintigrafia ossea. In questo caso si tratta di una procedura diagnostica per immagini che permette di rendere visibili eventuali alterazioni a livello osseo.

Coppia anziana con cancro al fegato in consultazione con un medico

In caso di disturbi, si rivolga subito al medico e li faccia esaminare. Prima il tumore del fegato viene diagnosticato, migliori sono le chance di guarigione.

 

RICONOSCERE I SINTOMI DEL TUMORE DEL FEGATO

Il tumore del fegato si accompagna ad alcuni sintomi che non sono indice immediato di presenza della malattia: non li prenda alla leggera, si rivolga invece al Suo medico per ottenere chiarimenti. Lui saprà indirizzarla ad altri medici specializzati.

Schema di un corpo disegnato con diversi sintomi
RIEPILOGO

Quando il fegato, organo di disintossicazione, si ammala di tumore, ci sono diverse possibilità di diagnosi. I pazienti particolarmente a rischio non dovrebbero ignorare i sintomi.

Top
Cosa sta cercando?