È giunto il momento? (parte 1)

Sono in treno, di ritorno dalla mia terapia, che mi viene somministrata due volte all’anno in ospedale.
Seduta, guardo fuori dal finestrino e noto la vita continuare a scorrere davanti a me. Ho tempo per riflettere.